Cellule vegetali al microscopio

Cellule di spinacio, sono evidenti i cloroplasti (obiettivo 40x, oculare 10x)
Com'è fatto l'interno di una foglia? Che aspetto hanno le cellule di una pianta? Bastano pochi ingrandimenti, e le foglie ci mostrano forme e colori meravigliosi: i mosaici colorati dell'epidermide, con gli stomi che occhieggiano qua e là, oppure le cellule del mesofillo piene di cloroplasti verde smeraldo, o le lunghe spirali delle pareti delle trachee, o i sottili cristalli di ossalato di calcio. In meno di un'ora, anche una classe al primo approccio col microscopio può riuscire a fare osservazioni interessanti.

Durata: 1 ora

Scopo:

Osservare al microscopio le cellule dell'epidermide inferiore di alcune foglie.

Teoria:

L'epidermide è il tessuto che separa la foglia dall'ambiente esterno. E' costituito da un unico strato di cellule, e nell'epidermide della pagina inferiore sono presenti gli stomi, aperture circondate da due cellule di guardia a forma di mezzaluna.

Materiale:

  • Foglie (es. di radicchio rosso, cavolo cappuccio rosso, spinacio, lattuga, ma anche foglioline di muschio).
  • Soluzione fisiologica

Strumenti:

  • Pinzette
  • Vetrino portaoggetti
  • Vetrino coprioggetto
  • Microscopio

Procedimento:

  1. Depositare una goccia di soluzione fisiologica sul vetrino portaoggetti
  2. Con la pinzetta, staccare un frammento dell'epidermide della pagina inferiore di una foglia, e depositarla su un vetrino portaoggetti.
  3. Coprire con il vetrino coprioggetto.
  4. Osservare al microscopio.

Risultato:

Dovrebbero essere evidenti le cellule, colorate di viola nel caso del radicchio, separate dalle pareti cellulari, e gli stomi, circondati da una coppia di cellule di guardia a forma di mezzaluna. Nella foglia di lattuga dovrebbero essere visibili i cloroplasti verdi. E' possibile individuare le fibre, nelle quali parte della parete cellulare è lignificata, e forma una lunga spirale.

Stoma di spinacio con cellule di guardia (obiettivo 40x, oculare 10x)

Commenti:

Per riuscire a staccare soltanto l'epidermide e non l'intero spessore della foglia, conviene grattare con la pinzetta la superficie della foglia, soprattutto dove è un po' più spessa, in modo da sollevare un lembo di epidermide.
E' possibile farlo anche con l'epidermide di cipolla (il sottile strato tra uno strato e l'altro della cipolla), si prende più facilmente e ha cellule più grandi, ma facilmente le cellule sono vuote (l'unica cosa interessante è la parete cellulare).
E' importante che il frammento sia ben disteso sul vetrino, e non sia ripiegato su sé stesso.
Se si osserva una fogliolina di muschio è possibile osservarla intera.
Questa esperienza è adatta come prima esperienza di utilizzo del microscopio.

Riferimenti

  • Biological Sciences Curriculum Study. BSCS Verde, 1, p. 121.

Nessun commento:

Posta un commento