Determinazione delle proteine: metodo del biureto

Il biureto (ottenuto dalla condensazione di due molecole di urea) è una sostanza che può formare con il rame un complesso di colore violetto. Questa reazione non è specifica del biureto, ma avviene anche con i polipeptidi: possiamo quindi sfruttarla per l'individuazione delle proteine.

Durata: 30'

Scopo:

Individuare la presenza proteine in diversi alimenti.

Teoria:

In ambiente basico, una molecola con almeno due legami peptidici (quindi il biureto, ma anche qualsiasi polipeptide di almeno tre aminoacidi) forma, con gli ioni rameici, un complesso di colore viola.

Materiale:

  • Alimenti (albume d'uovo, latte, soluzione zuccherina, etc ... )
  • Solzuione di solfato rameico 0,5 M
  • Soluzione di idrossido di sodio 10% (corrosivo: maneggiare con guanti)

Strumenti:

  • Provette e portaprovette
  • Pipette Pasteur

Procedimento:

  1. Versare circa 2 mL dell'alimento nella provetta
  2. Aggiungere alcune gocce di idrossido di sodio
  3. Aggiungere circa 2 mL di soluzione di solfato rameico
  4. Agitare, attendere due minuti e osservare
  5. Ripetere con gli altri alimenti

Risultato:

Se nell'alimento sono presenti proteine, dovrebbe formarsi una colorazione viola.

Bibliografia:

  • Posca Vito. Dimensione chimica. Chimica organica. 2011, p. 172.

3 commenti:

  1. Scusate una domanda, avrei bisogno di un chiarimento in quanto vorrei far fare questa esperienza ai miei studenti:nel reattivo del biureto ho letto che è in teoria presente anche l'acido tartarico per evitare che il rame in soluzione reagisca con l'idrossido e precipiti come Cu(OH)2. Come mai in questo caso viene solo utilizzata una soluzione di solfato rameico? Viene comunque o il cambio di colore è in realtà dovuto ala reazione che ho riportato sopra? Grazie!

    RispondiElimina
  2. Il tartrato si aggiunge se uno vuole preparare un reattivo che possa essere conservato per un certo tempo, che contenga già sia la base che gli ioni rame. In questo caso la soluzione di solfato rameico viene aggiunta direttamente al campione portato a pH basico: sicuramente si forma una certa quantità di idrossido rameico azzurro, ma la reazione di complessazione è sufficientemente veloce da apprezzare la colorazione viola se in presenza di proteine.
    Il trucco di aggiungere separatamente la base e il solfato di rame al momento dell'analisi è proprio per evitare di usare il tartrato, che non sempre è disponibile.
    Direi che se però fosse disponibile non sarebbe male preparare con quello un reattivo già pronto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite per la chiarissima e utilissima risposta!

      Elimina