Riconoscimento dei carboidrati



Lo zucchero da cucina, l'amido delle patate, la cellulosa delle piante, il glicogeno degli animali, sono tutti carboidrati, biomolecole costituite da carbonio, idrogeno e ossigeno. In questa esperienza vedremo come evidenziare la presenza di alcuni tipi di carboidrati.

Durata: 1 ora

Scopo:

Evidenziare la presenza o l'assenza di carboidrati complessi (amido), e di zuccheri riducenti.

Teoria:

I carboidrati sono formati da una o più unità, a loro volta formate da una catena di tre - sei atomi di carbonio, ad ognuno dei quali è legato un gruppo ossidrile o carbonile. I carboidrati formati da una sola unità sono i monosaccaridi (ad esempio glucosio, fruttosio e galattosio), quelli formati da più unità sono polisaccaridi (dai disaccaridi, come saccarosio, lattosio e maltosio, a carboidrati con migliaia di unità, come i componenti dell'amido).
Se i carboidrati più semplici (mono- e disaccaridi) presentano un gruppo carbonilico, sono in grado, in soluzione basica, di ridurre gli ioni Cu2+ a ioni Cue successivamente a ossido rameoso Cu2O: si chiamano quindi zuccheri riducenti.
Se invece ad un polisaccaride con struttura ad elica (come i componenti dell'amido) si aggiunge una soluzione di ioni I3-, questi formano un complesso con il polisaccaride (inserendosi all'interno della struttura ad elica), e il complesso rende blu la soluzione.

Materiale:

  • Glucosio
  • Saccarosio
  • Amido
  • Patata
  • Latte
  • Reattivo di Lugol
  • Reattivo di Benedict
  • Acqua distillata

Strumenti:

  • Provette e portaprovette
  • Bagnomaria ad acqua bollente
  • Pipette Pasteur
  • Tagliere, coltello e spremiagrumi

Procedimento:

  1. Spremere la patata con uno spremiagrumi, in modo da ottenerne il succo.
  2. Per ogni campione (acqua distillata, glucosio, saccarosio, amido, latte e succo di patata) preparare due provette con circa 2 mL del campione (per i campioni solidi, scioglierne una punta di spatola in circa 2 mL di acqua distillata).
Ricerca degli amidi
  1. Aggiungere ad una provetta di ogni campione alcune gocce di reattivo di Lugol, osservare il cambiamento di colore.
Ricerca degli zuccheri riducenti
  1. Aggiungere ad una provetta di ogni campione circa 2 mL di reattivo di Benedict.
  2. Mettere le provette con il reattivo di Benedict in bagnomaria bollente per tre minuti, osservando i cambiamenti di colore.

Risultato:

La soluzione di amido e il succo di patata dovrebbero diventare blu scuri o neri dopo l'aggiunta del reattivo di Lugol, perché contengono amido, gli altri campioni dovrebbero colorarsi leggermente di giallo (colore del reattivo di Lugol).
La soluzione di glucosio, il latte e il succo di patata dovrebbero colorarsi prima di verde e poi di arancio durante il riscaldamento con reattivo di Benedict, perché contengono zuccheri riducenti. Gli altri campioni dovrebbero colorarsi di azzurro (colore del reattivo di Benedict).

Commenti:

E' possibile provare anche con altre sostanze, come il maltosio o la farina. Nel caso del saccarosio, è bene che lo zucchero non sia troppo vecchio, perché potrebbe essere stato in parte degradato nei monosaccaridi che lo compongono, e mostrare quindi una debole attività riducente.

Riferimenti:

Nessun commento:

Posta un commento